Diagnosi Preimpianto

 

La trasmissione di malattie ereditarie dai genitori ai figli era sempre un problema molto importante. Dal 1990, è possibile effettuare agli embrioni un controllo genetico prima del loro impianto nell’ utero della donna che desidera avere un bambino. Il metodo si chiama Diagnosi Genetica Preimpianto e costituisce, ormai, un arma potente per le coppie che confrontano una probabilità aumentata di lasciare in eredità ai loro figli una malattia genetica.

L’ Embryolab è una delle prime unità in Grecia, che dal 2007, ha applicato con altissime percentuali di gravidanze di successo (i quali vengono registrati dall’ ente europea registro di dati di fecondazione preimpianto) la diagnosi preimpianto, sia per diagnosticare malattie genetiche (p.e. talassemia) che per il controllo di cariche cromosomatiche che possono portare ad aborti ripetuti o ripetuti tentativi falliti di fecondazione in vitro.

Infatti, gli scienziati di Embryolab hanno pubblicato studi ed articoli su questa particolare tecnica in riviste scientifiche internazionali, mentre, dal 2013, l’ Academia Embryolab organizza seminari di formazione ai quali partecipano scienziati da tutto il mondo e che riguardano i metodi di genetica preimpianto.